Cassetta del pronto soccorso estiva per slogature, contusioni e bruciature

Slogature, contusioni e bruciature: rimedi naturali

Manca davvero poco all’estate, e tutti desideriamo che arrivi il momento di preparare le valigie e andarcene in vacanza con la famiglia, con gli amici, o anche per conto nostro. Ma anche nella migliore delle vacanze può accaderci qualche piccolo infortunio: una slogature alla caviglia, una contusione provocata da una scivolata o un torcicollo a causa di un lungo viaggio.

Per garantirci delle vacanze più serene e senza incidenti imprevisti possiamo contare sull’aiuto di alcune piante da applicare sotto forma di crema, che renderanno più sopportabili questi piccoli fastidi.

Un massaggio con una crema a base di arnica è una delle migliori opzioni per alleviare slogature, distorsioni e colpi.

Il potere di un massaggio

Oltre al beneficio portato da una crema a base di piante, possiamo contare con il potere terapeutico dei massaggi. Il solo massaggiare la pelle possiede già di per sé una carica terapeutica, calmante e anche piacevole.

Questa strategia è utile soprattutto con i bambini. Un massaggino, insieme a qualche parolina tranquillizzante, è l’ideale per consolare un bimbo e per aiutarlo a fargli passare rapidamente il dolore e lo spavento.

Come alleviare le contusioni e i dolori muscolari

Durante le vacanze è frequente organizzarsi per fare qualche gita in campagna, un picnic, un gioco da spiaggia… e aumentano le situazioni in cui possiamo avere qualche piccolo incidente. In questi casi esistono varie piante (sole o combinate), che ci possono aiutare a ridurre il dolore causato da contusioni, slogature, contratture e anche distorsioni, torcicollo e dolore lombare. Anche regolare la temperatura della zona interessata può esserci d’aiuto: se il freddo ci aiuta a bloccare parte dell’infiammazione prima che si manifesti, il caldo favorisce il flusso sanguigno e allevia il dolore.

Arnica per contusioni e contratture

La crema di arnica (Arnica montana) è un rimedio molto efficace per alleviare i dolori causati da contratture e slogature grazie a due grandi qualità: la prima è che contiene elenalina, una sostanza antinfiammatoria che aiuta a calmare il dolore; e anche perché questa pianta migliora la circolazione sanguigna della zona interessata, riducendo e facendo riassorbire più rapidamente lividi ed ematomi mentre contemporaneamente favorisce l’eliminazione di sostanze infiammatorie che provocano dolore.

Riscaldare per alleviare le contratture

Quando vogliamo trattare un problema che ci portiamo dietro da tempo, possiamo potenziare gli effetti antinfiammatori e calmanti dell’arnica combinandola con altre piante come la cannella, l’incenso e la mirra. Queste tre piante fanno in modo che la zona interessata si riscaldi aumentando il flusso sanguigno, e che, in questo modo, si riduca l’infiammazione. Questo effetto calore ci sarà particolarmente utile soprattutto per calmare contratture muscolari, causate per esempio dall’aver dormito in una cattiva posizione (torcicollo) o da tensione nervosa.

Raffreddare per trattare slogature e contusioni

Quando ci siamo provocati slogature, contusioni e distorsioni, conviene ricorrere a piante antinfiammatorie come il famoso salice (Salix alba), da cui si estrae l’acido salicilico o a piante con proprietà antinfiammatorie come la boswellia (Boswellia serrata) e l’artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens). Queste piante operano in maniera congiunta per calmare il dolore e risultano più efficaci se vengono combinate con oli essenziali che raffreddino la zona e riducano l’infiammazione, come ad esempio l’olio essenziale di menta (mentolo).

Vuoi saperne di più sulle piante e gli integratori? Iscriviti alla nostra newsletter.