Crema di calendula, arnica o tepezcohuite: quale scegliere?

Crema de caléndula árnica tepezcohuite - Crema di calendula Santiveri

La crema di calendula, arnica e altre piante medicinali come la tepezcohuite sono molto diffuse poiché aumentano ogni giorno di più le persone che vogliono curare i loro piccoli fastidi e proteggere la pelle con prodotti naturali, che, se sono biologici, cioè senza pesticidi o erbicidi, saranno anche meno dannosi per l’ambiente.

La bellezza però non è l’unico obiettivo della cosmesi naturale: esistono creme a base di piante bio molto utili per risolvere piccoli problemi. Le più usate ed efficaci sono la crema di calendula per le pelli sensibili, la crema di arnica per alleviare ematomi e lividi e la crema di tepezcohuite, ottima per scottature e bruciature lievi.

Crema di calendula, per pelli disidratate e irritate

La calendula (Calendula officinalis) è uno dei migliori alleati della pelle, e una delle più usate per la fabbricazione di prodotti di cosmesi naturale. Contiene saponine e polisaccaridi, sostanze in grado di trattenere grandi quantità d’acqua e che rendono la crema di calendula altamente idratante e particolarmente utile per chi ha la pelle secca, disidratata o molto delicata, oltre ad essere un ottimo doposole.

Un’altra virtù della crema di calendula è che sono antinfiammatorie, cicatrizzanti e rigeneratrici, motivo per cui aiutano a ridurre le smagliature, le cicatrici causate da una ferita o da un intervento chirurgico e, ovviamente, a rigenerare rapidamente la pelle dopo l’esposizione al sole, soprattutto se ci siamo scottati un po’. Ma i maggiori benefici della calendula si ottengono in caso di irritazione cutanea, rossori o squamature.

Possiamo trovare cosmetici naturali e bio a base di crema di calendula, arnica e tepezcohuite, perfetti per proteggere la nostra pelle e alleviare piccoli fastidi come bruciature, secchezza cutanea e rossori.

Arnica, ottima per lividi e piccoli ematomi

L’arnica (Arnica montana) è una delle piante più usate in caso di lividi e slogature. Basta applicare un po’ di crema sulla zona interessata e massaggiare leggermente fino a far assorbire la crema. L’arnica possiede una sostanza chiamata elenalina, con proprietà antinfiammatorie e calmanti e che è ottima per alleviare il dolore.

L’elenalina, oltre a calmare il dolore, riduce anche gli ematomi. Se abbiamo ricevuto un colpo che produce un ematoma, l’elenanina fa in modo che si riassorba il sangue fuoriuscito dalla rottura dei capillari, insieme ai residui biologici e necrotici causati dal colpo (sangue coagulato, ecc.). In questo modo non solo riduciamo i lividi, ma aiutiamo anche a rigenerare i tessuti (effetto cicatrizzante), facilitiamo il ristabilimento della normale circolazione sanguigna e riduciamo il dolore.

Tepezcohuite, contro le scottature e le smagliature

La tepezcohuite (Mimosa tenuiflora) è stata usata per secoli per alleviare problemi cutanei. Gli antichi aztechi chiamavano questa pianta l’albero della pelle e la usavano per preparare creme e unguenti con i quali curavano la pelle rovinata o le ferite superficiali. I principi attivi dermatoprotettori di questo albero risiedono nella corteccia, con cui si elaborano estratti o polveri con grandi proprietà cicatrizzanti e rigeneratrici.

Le creme naturali che si elaborano con principi vegetali come quelli della calendula, dell’arnica o della tepezcohuite sono particolarmente adatte a pelli sensibili e/o allergiche, soprattutto se provengono dall’agricoltura biologica, poiché non contengono pesticidi ed erbicidi.

Lievito di birra, un alimento che contribuisce a nutrire la bellezza naturale di pelle

Vuoi saperne di più sulle piante e gli integratori? Iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati con un asterisco *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>