FLORASE DERMA E BARDANA

florase derma bardana

La pelle è l’organo più grande del nostro corpo e reagisce alle variazioni stagionali (soprattutto in primavera) o ai cambiamenti emotivi.

Spesso soggetta a disturbi di vario tipo, ha come fattore comune un disordine immunitario

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica della pelle, con intenso prurito e secchezza cutanea. Interessa il 5-20% dei bambini e l’1-3% degli adulti, con notevoli effetti negativi sulla qualità della vita di chi ne soffre e delle loro famiglie. Nel 60% dei casi l’esordio avviene nei primi due anni di vita, spesso nei primi mesi, nel 90% entro i primi cinque anni di vita. La dermatite atopica è molte volte associata ad asma e rino-congiuntivite allergica.

La psoriasi consiste in un’azione del sistema immunitario che causa la crescita troppo rapida di nuove cellule della pelle. Questo disturbo si manifesta con macchie rosse ricoperte da croste bianche che compaiono in particolare su cuoio capelluto, gomiti, ginocchia e schiena e possono ricomparire per tutta la vita.

Ma anche pruriti, eritemi, rash cutanei, macchie, infiammazioni..

La pelle è l’ultimo nostro baluardo contro l’esterno, ci difende da raggi UV e da tutte le sostanze estranee, per questo la sua salute è fondamentale

Uno studio recente pubblicato sul prestigioso Journal of Allergy and Clinical Immunology ha individuato come un’alterazione del microbiota intestinale nei primi mesi di vita dei neonati, in parte dovuta al tipo di nutrizione, potrebbe favorire lo sviluppo di dermatite atopica attraverso una differente espressione di particolari geni “batterio sensibili” e, allo stesso tempo, coinvolti nel controllo della nostra risposta immunitaria.

Sebbene si stiano intensificando gli studi riguardo il microbiota cutaneo è importante prendere in considerazione soprattutto il microbiota intestinale, responsabile della salute immunitaria dell’intero organismo e regolatore dell’attività infiammatoria.

Indagare i rapporti tra pelle e microbiota intestinale. Molte malattie dermatologiche sono in relazione con l’infiammazione intestinali e la disbiosi: FLORASE DERMA

Florase Derma, il probiotico della linea Florase indicato per i problemi alla pelle, si avvale dei ceppi più interessanti in questo panorama tra cui: lactobacillus Rhamnosus, che ha dimostrato in numerosi studi clinici di ridurre l’incidenza di eczemi atopici e dermatite allergica, e il Lactobacillus Bifidobacterium animalis lactis, sempre associato alle migliori formulazioni probiotiche per efficacia contro gli eczemi atopici.

Quest’ultimo in particolare sembra possedere una azione additiva nei confronti di L. Rhamnosus, aumentandone il potenziale antiallergenico.

Il legame pelle e microbiota è legato da un fattore comune: lo stress!

Spesso le persone percepiscono un legame tra la dieta e il loro disturbo ma a volte le loro osservazioni e richieste non vengono prese in considerazione.

Molte di questi disordini cutanei sono gli stessi per cui si è evidenziata una forte componente psicosomatica ovvero un forte legame tra stress psichici e l’esordio, le recidive o le esacerbazioni della sintomatologia cutanea. Anche questo aspetto è fondamentale nel miglioramento della salute della pelle. La gestione dello stress e degli stati ansiosi contribuiscono a ridurre l’infiammazione e lo stress ossidativo.

Lo stress ossidativo influenza la capacità dei neuroni dell’epidermide di mantenere l’equilibrio della cute

La Psico Neuro Endocrino Immunologia (PNEI) ci fornisce una chiave di lettura per comprendere meglio il ruolo dello stress ossidativo nei disturbi dermatologici.

I melanociti della pelle sono ritenuti i ‘’neuroni dell’epidermide’’ , in quanto posseggono apparati sensoriali per ricevere dall’ambiente esterno stimoli (energia elettromagnetica solare e termica, segnali fisico-chimici e biologici) che organizzano finemente attraverso i metaboliti intermedi della melanina, al fine di mantenere l’omeostasi cutanea.

La forma del melanociti e la loro capacità di produrre melanina è influenzata da citochine, fattori di crescita ed altre molecole secrete da tutte le cellule cutanee in particolare cheratinociti e fibroblasti.

Inoltre, malattie come la psoriasi vengono peggiorate dalla secrezione cronica di cortisolo (condizioni di stress)

In quanto le cellule epidermiche diventano resistenti alla sua attività antinfiammatoria e continuano a produrre citochine infiammatorie, sostanza P e istamina.

florase-derma-e -bardana

La fitoterapia in FLORASE DERMA

Per controllare l’agitazione e ridurre gli stati d’ansia quindi lo stress, nella formulazione di Florase Derma è presente la Passiflora che contribuisce a ridurre la componente di somatizzazione alla base di diversi disturbi dermatologici. La passiflora ha inoltre utili proprietà antinfiammatorie.

Altra componente che rende Florase Derma così specifico per la cute è la Bardana, da sempre conosciuta come la pianta dermopatica per eccellenza; a livello terapeutico la bardana s’impiega per la cura delle dermatosi di vario genere, legate a disordini biologici e metabolici.

La dermatite atopica risulta migliorata in uno studio clinico condotto su 65 soggetti che hanno utilizzato Oenotera pianta ricca di acidi grassi essenziali che proteggono la membrana cellulare, ritardando la comparsa delle prime rughe.

La salute della pelle è una fondamentale prerogativa per la salute dell’uomo; la sua integrità passa inevitabilmente dalla salute del microbiota e dall’asse mente-intestino.

La fitoterapia fornisce un contributo per il miglioramento della sintomatologia associata ai disordini della cute ed alla gestione dello stress.

Vuoi saperne di più sulle piante e gli integratori? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutte le notizie su una vita sana.