Ginkgo biloba, migliora la microcircolazione e previene i geloni

Ginkgo biloba Santiveri

Il ginkgo biloba è un albero che contiene principi attivi che migliorano la circolazione capillare, venosa e arteriale e risulta specialmente utile per trattare e prevenire i geloni, un fastidio tipico delle basse temperature.

Un super albero

Il ginkgo (Ginkgo biloba) è una delle specie vegetali più interessanti e antiche del pianeta. Viene considerato un fossile vivente, perché è l’unico rappresentante della sua famiglia ad essere sopravvissuto fino ai giorni nostri. È così resistente che alcuni esemplari sono addirittura sopravvissuti alle esplosioni atomiche di Hiroshima e Nagasaki.

La ragione di questa resistenza probabilmente sta nel fatto che il ginkgo, oltre ad essere una specie unica, è anche estremamente longevo. In Giappone esistono esemplari che hanno più di mille anni e che continuano ad essere vivi e lussureggianti.

Una persona su dieci soffre di geloni durante l’inverno e il ginkgo biloba è un ottimo alleato per prevenirli e curarli.

Salute e benessere

Un’altra interessante caratteristica del ginkgo è che nella medicina orientale le sue foglie si usano da millenni per proteggere la salute e garantire longevità. Le foglie del ginkgo contengono quercetina, kaempferol, luteolina, ginkgolidi ed altre sostanze che, oltre a combattere i radicali liberi, possiedono proprietà vasoprotettrici.

Grazie alla sua composizione di fitosostanze, il ginkgo protegge il tessuto venoso dalla degradazione causata dai radicali liberi, e inoltre contribuisce a diminuire la permeabilità e ad aumentare il tono delle pareti di capillari e venuzze, cosa molto utile per proteggere la circolazione periferica e la salute cerebrale. Per tutti questi motivi il ginkgo è un buon alleato per:

  •             Prevenire e trattare problemi vasomotori che possono generare geloni, formicolii agli arti, ecc.
  •             Migliorare l’irrigazione cerebrale alleviando fastidi come vertigini, mal di testa, fischi nelle orecchie, mancanza di equilibrio, perdite di memoria, ecc.
  •             Alleviare problemi di circolazione nelle gambe, migliorando l’irrorazione e aiutando a curare varici, flebiti, gambe pesanti e caviglie gonfie.
  •             Svolgere un’azione di antinvecchiamento grazie alla sua capacità di eliminare i radicali liberi.

Un lavoro di squadra

Il ginkgo è molto utile da solo, ma lo possiamo anche trovare combinato con altre piante che favoriscono la circolazione sanguigna come il pungitopo (Ruscus aculeatus) e la vite rossa (Vitis vinifera).

Salute delle donne e degli uomini: piante medicinali raccomandate