La bile, indispensabile nella digestione e disintossicazione dell’organismo

Bilis bilixir plantas depurativas Bile

La bile è una sostanza che secerne il fegato ed è molto importante sia per digerire i grassi sia per eliminare scorie e tossine. Se ne produciamo quantità scarse, possiamo stimolare la secrezione della bile grazie all’aiuto di piante epatostimolanti.

Gli acidi biliari scompongono i grassi degli alimenti e sono il principale componente della bile.

La bile e i grassi alimentari

Siamo composti in gran parte di acqua, e le reazioni enzimatiche e metaboliche che avvengono nel nostro organismo sono circondate da liquidi. Per questo, quando mangiamo un alimento grasso, i lipidi che lo costituiscono si raggruppano allontanandosi dall’acqua e dagli enzimi che dovrebbero digerirlo. Per evitare questo raggruppamento e incentivare l’esposizione dei lipidi agli agenti enzimatici possiamo contare sui sali biliari, che secerniamo insieme alla bile. Questi sali biliari scompongono i grassi che ingeriamo attraverso gli alimenti permettendo agli enzimi lipasi di digerirli. Per questo motivo, se il nostro fegato non produce sufficienti quantità di bile o se abbiamo mangiato dei cibi particolarmente grassi, possiamo soffrire di problemi e fastidi durante la digestione.

Piante come la genziana (Gentiana lutea), la curcuma (Curcuma longa), l’achillea millefoglie (Achillea millefolium), il dente di leone (Taraxacum officinale), l’ortica bianca (Lamium album), il finocchio (Foeniculum vulgare), il boldo (Peumus boldus), il cardo mariano (Silybum marianum) e il cardo (Cynara cardunculus) sono ottimi collaboratori per la funzionalità epatica e favoriscono l’aumento della produzione di sali biliari.

Il cardo, l’amico del fegato

Tra tutte queste piante è soprattutto il cardo (Cynara cardunculus var. altilis DC) ad essere molto utile al nostro fegato, poiché contiene due sostanze particolarmente benefiche: l’acido clorogenico incentiva sia la produzione di bile sia la sua liberazione nell’intestino; la cinarina invece protegge il fegato dai radicali liberi che esso stesso produce in maggiori quantità quando lavora per eliminare scorie e sostanze di scarto.

Eliminazione delle scorie

Eliminiamo le scorie attraverso il sudore, la respirazione e l’urina e anche, ed è una delle vie più importanti, attraverso i processi di detossificazione epatica. Per questo motivo risulta particolarmente interessante mantenere il fegato in buona salute poiché questo organo può smaltire farmaci, residui metabolici, tossine esterne e molte altre sostanze, soprattutto quelle di maggiori dimensioni o quelle più complesse da scomporre, che, una volta processate dal fegato, vengono successivamente annesse alla bile ed eliminate dall’organismo attraverso le feci.

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le migliori ricette, le nostre notizie e le ultime tendenze per una vita sana: www.santiveri.com/it/newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati con un asterisco *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>