Menta, per digerire meglio

menta digestioni leggere

La menta è una pianta dai mille usi, che può servire per aromatizzare infusioni e ricette, per rinfrescare l’alito e anche per alleviare fastidi digestivi e respiratori.

Amica di ruscelli ed acque limpide

La menta è una pianta che non cresce molto in altezza, con foglie di un verde brillante e piccoli fiori color rosa chiaro. Cresce vicino a correnti d’acqua e predilige le zone d’ombra più che quelle assolate.

Esistono molte varietà di menta, anche se quella a cui ci riferiamo di solito è la menta piperita (Mentha piperita), una di quelle più conosciute e consumate, poiché il suo sapore risulta particolarmente rinfrescante, aromatico e gradevole.

Ricca di aromi ed oli essenziali

La sua caratteristica più interessante è che è una pianta ricca di oli essenziali, che contengono soprattutto mentolo, acetato di mentile, mentone, ß-pinene, limonene, a-felandrene 1,8-cineolo, ß-cariofillene, piperitone, carvone e pulegone, oltre ad altri composti come i fenoli, i sali di ferro e i salicilati. Sono proprio questi principi attivi a rendere la menta uno dei nostri migliori alleati per favorire la digestione.

Un’infusione di menta, grazie ai suoi oli essenziali, risulta molto rinfrescante e un ottimo aiuto per avere digestioni tranquille e leggere.

Come ci aiuta

La menta viene consumata abitualmente da secoli in tutto il Bacino del Mediterraneo, ed è una delle piante più usate perché possiede innumerevoli virtù:

  • A livello digestivo è un potente antispasmodico, evita le digestioni flatulente, i dolori digestivi e i crampi allo stomaco, grazie alle sue proprietà analgesiche e digestive.
  • Alleggerisce le digestioni, poiché stimola le secrezioni biliari e stomacali.
  • A livello respiratorio possiede virtù asettiche ed espettoranti, per cui prendere un’infusione di menta ci aiuta ad aprire le vie respiratorie e quindi a respirare meglio.
  • Profuma l’alito e rinfresca la bocca, aiutando a prevenire l’alitosi.
  • Tutela la salute di bocca e denti poiché i suoi oli essenziali e i polifenoli possiedono proprietà antisettiche, mentre i suoi acidi salicilati possiedono virtù calmanti.

Come possiamo prenderla

Possiamo trarre molti benefici sia dall’uso esterno che dall’uso interno di questa pianta. Se vogliamo ingerirla (meglio se di agricoltura biologica) risulta molto gradevole aggiungerla alle nostre infusioni, ma è molto frequente trovarla anche accompagnata da altre piante, sia per potenziare le sue proprietà digestive (per esempio con boldo e carciofo che stimolano le secrezioni biliari), sia per migliorare il sapore di altre piante più amare.

L’olio essenziale di menta invece si può trovare combinato con propoli, per proteggere la gola e combattere infezioni delle mucose.

In cucina poi possiamo usare le foglie fresche o essiccate della menta per aromatizzare dolci, insalate e perfino zuppe, mentre le infusioni di menta sono ottime per dare un tocco di freschezza a tagliate di frutta e a macedonia.

Per uso esterno, l’olio essenziale di menta diluito con olio base, come per esempio quello di mandorle dolci, aiuta ad alleviare i dolori reumatici e muscolari, grazie alle sue proprietà calmanti.

Vuoi saperne di più? Iscriviti alla nostra newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati con un asterisco *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>