Serotonina, l’ormone della felicità

aumentar serotonina naturalmente

Il disegno genetico dell’essere umano tende alla felicità. Per questo i nostri neuroni possono produrre sostanze come la serotonina, un neurotrasmettitore che ci fa sentire allegri e vitali.

Cambi di stagione, momenti di lavoro intenso, periodi complicati a livello personale possono intristirci. Per superarli con buon umore ci danno una mano alcuni integratori alimentari che stimolano la nostra produzione interna di serotonina, l’ormone della felicità.

La serotonina è un neurotrasmettitore, cioè una molecola che funge da messaggera tra neuroni e che, tra altre funzioni, aiuta a regolare ansia e depressione.

Triptofano, precursore della serotonina

Il triptofano è l’ingrediente principale nella produzione di serotonina, perché è la materia prima che i nostri neuroni usano per trasformarlo in serotonina. Per produrre questa trasformazione, gli enzimi coinvolti hanno bisogno della vitamina B6.

Il triptofano è essenziale anche nella fabbricazione di alcune proteine e per un corretto funzionamento del nostro cervello, poiché è l’ingrediente principale anche per produrre melatonina, un neuro-ormone che aiuta a conciliare il sonno.

A differenza di molti altri amminoacidi che il nostro organismo produce autonomamente, il triptofano è un amminoacido essenziale che si assume attraverso l’alimentazione. Gli alimenti più ricchi di triptofano sono: latte, formaggio, carni rosse e bianche, tonno, semi di sesamo, proteine della soia e banane.

Oltre che attraverso la dieta, possiamo assumere triptofano attraverso integratori alimentari come QUANTICUM TRIPTOFANO CAPSULE di Santiveri, capsule di triptofano combinato con vitamina B6.

Probiotici e microbiota intestinale

È ormai noto l’effetto benefico che svolge sull’organismo un microbiota (flora intestinale) in buona salute, ed è risaputo che possiamo arricchirlo e rafforzarlo grazie ai probiotici. Quello che forse non tutti sanno, però, è che il 95% della serotonina è prodotta dall’intestino tramite le cellule enterocromaffini. Questo significa che un intestino sano può contribuire a farci sentire più felici.

L’ansia si combatte iniziando dall’intestino

Infatti, nel nostro intestino abbiamo una sorta di secondo cervello, ovvero tutta una rete di neuroni che possono produrre, tra altre sostanze, la serotonina. È per questo che una flora intestinale sana e, di conseguenza, un intestino sano, aiuteranno a produrre serotonina di qualità. Inoltre, alcuni ricercatori stanno osservando che gli stessi batteri presenti nel nostro intestino possono produrre sostanze molto simili alla serotonina, e perfino aumentare la biodisponibilità del triptofano che ingeriamo attraverso la dieta. Grazie a quest’azione combinata, le persone che godono di un buon equilibrio intestinale di solito sperimentano maggiori sensazioni di benessere. Per ottenere una flora intestinale equilibrata possiamo aiutarci con integratori di probiotici (fermenti attivi) e, per rafforzarne gli effetti benefici e migliorare il nostro stato d’animo, li possiamo trovare combinati con altri ingredienti che ci fanno sentire rivitalizzati, come per esempio nel caso dei funghi medicinali (Griffonia simplicifolia, Hericium erinaceus).

Scopri la gamma di batteri attivi (probiotici) di Santiveri su Florase.it

Lo zafferano allunga la vita della serotonina

Lo zafferano (Crocus sativus) è una pianta molto conosciuta nel bacino del Mediterraneo, ma oltre ad essere una spezia molto apprezzata, è anche un’ottima fonte di principi attivi che stanno risultando molto utili per attenuare stati di tristezza e di depressione, lieve o moderata. Questi benefici si devono al fatto che i suoi principi attivi, come la crocina e il safranale, contribuiscono ad allungare la vita della serotonina. Come? Riducendo l’attività di un enzima presente nel nostro cervello e che distrugge la serotonina. Allungando la vita della serotonina, lo zafferano prolunga anche i suoi effetti, per cui ci sentiremo felici ed allegri più a lungo.

Positive Santiveri è un integratore alimentare elaborato con zafferano (Crocus sativus) ed estratto secco di ashwagandha (Whitania somnifera).

Vuoi saperne di più? Iscriviti alla nostra newsletter!