Silicio, un minerale essenziale ancora tutto da scoprire

silicio organico ossa più forti

Il silicio è un minerale misterioso. È uno degli elementi più abbondanti sulla crosta terrestre ed è molto importante per il regno vegetale e per i microrganismi. Ma è solo da qualche decina d’anni che abbiamo scoperto che è un minerale imprescindibile anche per la nostra salute e il nostro benessere.

Ossa e articolazioni forti

Questo mineralee tende ad accumularsi nella zona di crescita attiva delle ossa, o osseina, e anche all’interno degli osteoblasti, le cellule ossee che costruiscono le ossa. Quando gli scienziati osservarono che si produceva questa accumulazione analizzarono che questo minerale svolgeva funzioni relazionate con la salute ossea e scoprirono che, se eliminato dalla dieta, sorgevano problemi di ossificazione, da cui risultò evidente, quindi, che il silicio collabora nella costruzione delle ossa. Quello che ancora non è stato scoperto è in che modo, ed è per questo che continua ad essere un caso di studio interessante.

È stato anche osservato che il silicio è fondamentale nella produzione del collagene, una proteina prodotta dal nostro organismo che dota di elasticità e forza la pelle, la cartilagine e le ossa. Precisamente questa sua caratteristica ci aiuta a rafforzare il nostro sistema scheletrico, a migliorare l’elasticità della pelle, ritardandone la flaccidezza, e anche ad accelerare la cicatrizzazione delle ferite.

Il silicio è un minerale essenziale per la nostra salute, poiché contribuisce al corretto funzionamento delle nostre ossa e delle articolazioni, e anche al benessere della pelle.

Il nostro fabbisogno giornaliero di questo minerale non corrisponde a una quantità fissa. Si ritiene che dovremmo assumerne tra 2 e 5 milligrammi al giorno, anche se per esempio per un atleta la dose raccomandata è fino a 10 volte maggiore. È anche probabile che la maggior parte del silicio che ingeriamo attraverso l’alimentazione non ci sia di grande utilità, poiché è sotto forma di alluminosilicati e silice, che sono poco biodisponibili.

Silicio organico, più biodisponibile

Gli alimenti che ne contengono maggiori quantità sono i cereali integrali, poiché questo minerale si trova soprattutto nei vari tipi di crusca. Ma, come abbiamo accennato, in questi alimenti è presente sotto forma di alluminosilicati e silice. Altri cibi in cui è maggiormente biodisponibile, sono la coda cavallina (Equisetum arvense) e anche le diatomee, alghe unicellulari che utilizzano il silicio combinato con proteine con cui costruiscono le loro membrane, ragion per cui si tratta si un silicio organico e maggiormente biodisponibile.

Anche l’acido orto silicio è una buona alternativa per arricchire di questo minerale la nostra dieta, poiché è stato osservato che favorisce la formazione delle ossa e ne migliora la densità, fortificando inoltre anche capelli, pelle e unghie.

Le capsule di Silicio+Magnesio marino di Santiveri sono capsule che contengono sali di magnesio di origine marina, gelatina vegetale, silicio proveniente da diatomee.

Vuoi saperne di più sulle piante e gli integratori? Iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati con un asterisco *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>