Verdure al forno: più buone di quello che pensi

Verdure al forno: più buone di quello che pensi

Se non ami molto le verdure, con questo post ti faremo cambiare idea. Infatti le verdure al forno, se ben condite, oltre ad essere estremamente nutrienti sono anche buonissime. Coraggio, segnati questi consigli, vedrai che bontà!

I vantaggi della cottura al forno

A scegliere di cuocere al forno invece di friggere, stufare, impanare o usare altre tecniche di cottura che implichino un contatto diretto tra le verdure e oli o salse, ci si guadagna in salute.

Prima di tutto perché starai preparando piatti più leggeri, con meno grassi e più facili da digerire, che è qualcosa che fa bene a tutti.

Inoltre, farai in modo che le sostanze nutritive contenute nelle tue verdure (vitamine, minerali, fitochimici, ecc.) non vadano perdute, e i tuoi piatti, in questo modo, saranno ancora più nutrienti.

L’unica precauzione è stare ben attenti a non far bruciare le verdure: per evitarlo basterà controllare bene la temperatura del forno e la grandezza delle verdure.

Se vuoi tenere sotto controllo il tuo peso e seguire una dieta più ricca di fibre solubili e non solubili, di vitamine e di minerali, includi nei tuoi menù quotidiani delle verdure al forno, condite in maniera saporita ma leggera.

3 consigli per preparare verdure al forno perfette

Puoi cuocere al forno praticamente qualsiasi tipo di verdura o di ortaggio. Sarà il modo migliore per non perdere nessuna sostanza nutritiva e per sfruttare al massimo il loro apporto nutrizionale. Ecco i nostri consigli per farle venire davvero bene:

  1. La temperatura del forno dev’essere all’incirca di 220°.
  2. Taglia tutte le verdure in pezzi della stessa grandezza, in modo tale da farle cuocere tutte nello stesso tempo.
  3. Disponi per bene le verdure sulla teglia senza ammassarle l’una sopra l’altra, altrimenti finiranno per lessarsi e perderanno croccantezza.
  4. Se tagli le verdure in pezzi grandi dovrai prevedere un maggior tempo di cottura. Se lo preferisci, quando si saranno cominciate a dorare abbassa la temperatura del forno a 175° e lasciale in forno finché non saranno cotte.

Ad ogni verdura il suo condimento

Quando le verdure al forno saranno cotte, andranno condite prima che si raffreddino. In questo caso, per non perdere tempo, dovrai tenere il condimento già pronto. Ecco quali sono le migliori combinazioni secondo noi:

  • Melanzane: un goccio di aceto di mele bio, pomodoro tritato e origano essiccato. Se le tagli a fette di 1,5 cm di spessore dovranno cuocere appena per 20-25 minuti.
  • Pastinache: aggiungi direttamente un pizzico di timo essiccato (link). Se le tagli a fette di 2,5 cm di spessore dovranno cuocere appena per 20-25 minuti.
  • Cavoletti di Bruxelles: versaci su una spruzzata di succo di limone e un pizzico di buccia grattugiata di limone. Se li tagli a metà saranno sufficienti 35-40 minuti di cottura.
  • Fagiolini: un goccio di aceto di mele bio e un po’ di salsa di soia bio. Non c’è bisogno di tagliarli: anche se interi si cuoceranno in 15-20 minuti.
  • Patate: appena un po’ di panna di riso e del pepe appena macinato. Se le tagli in pezzi di 2,5 cm o in spicchi di 1,5 cm occorreranno 35-40 minuti di cottura.
  • Peperoni rossi: olio extra vergine d’oliva. Se li tagli in pezzi di 2,5 cm occorreranno solo 25-35 minuti di cottura.
  • Barbabietole: ottime con del succo d’arancia e un pizzico di timo essiccato. Se le tagli in pezzi di 2,5 cm occorreranno 35-45 minuti di cottura.
  • Pomodori: olio extra vergine d’oliva, un po’ di salsa di soia bio e un pizzico di sale marino grosso. Se li tagli in 4 parti cuoceranno in appena 30-40 minuti.
  • Carote: una spruzzata di succo di limone con prezzemolo e menta tritati. Se le tagli in pezzi di 2,5 cm occorreranno 20-25 minuti di cottura.

Speriamo che questi piccoli consigli stimolino la tua creatività culinaria e ti facciano venir voglia di sperimentare le combinazioni che preferisci.

Vuoi saperne di più sulle piante e gli integratori? Iscriviti alla nostra newsletter.